Blog

L'importanza di fare ciò che si ama

di Cinzia Latorre
Graphic & Web Designer ServiceTech
e Raffaela Nardelli
Communication Manager ServiceTech

L'importanza di fare ciò che si ama

Oggi parla uno dei nostri dipendenti.

Cinzia ha 28 anni e da circa tre, lavora in ServiceTech come Graphic & Web Designer. A chi le chiede perché faccia questo lavoro, risponde “perché mi dà la possibilità di trasformare qualcosa che è solo un'idea nella mia testa, in qualcosa di concreto, di visibile.”

Quando parla del suo percorso formativo dice “ho scelto in maniera sbagliata. Avevo paura di non riuscire a trovare un'occupazione nel campo in cui volevo davvero lavorare. Avevo 20 anni, ma la mattina mi svegliavo con il magone. Sapevo benissimo a cosa ero votata: volevo creare. Volevo dare sfogo alle mie idee e, possibilmente, anche a quelle degli altri.

Tuttavia, data la difficoltà occupazionale in cui versa il nostro Paese ormai da un po' di tempo e data anche, ahimè, la scarsa importanza che viene data ai mestieri creativi, scelsi di iscrivermi alla facoltà di Economia. Ebbene sì, cosa più lontana dalla mia inclinazione non poteva esserci. Ho studiato e fatto gli esami ma, dopo un anno, non riuscivo più a reggere la sensazione che stessi facendo qualcosa che non mi appagava.”

Cinzia parla della ServiceTech dicendo “mi ha dato e mi sta dando tanto. Mi ha fatta crescere e ogni giorno mi sprona ad alimentare le mie capacità e passioni, a coltivarle e ad avere sempre più fame di crescere ancora.” Continua dicendo “la cosa più importante per riuscire al meglio nel proprio lavoro è quella di fare ciò che ci appaga, ciò che davvero ci rende orgogliosi di svegliarci la mattina e recarci in ufficio.”

Ogni azienda vuole che i suoi dipendenti siano motivati e appassionati, obiettivo primario dovrebbe essere quello di unire le passioni dei nostri dipendenti con le ragioni di business. Cinzia conclude: “Mi ritengo fortunata ad aver potuto assecondare le mie passioni e so perfettamente che, purtroppo, non per tutti è così. Vedere la propria azienda ed i propri clienti soddisfatti del lavoro svolto è qualcosa che va ben oltre la materialità di tutto il resto. Se lavoriamo prima di tutto per noi stessi, per la nostra voglia di far bene, per l'amore del nostro mestiere, allora sì che diventeremo una parte davvero importante di essa. In fondo, lo diceva anche Dante: è l'amor che move il sole e l'altre stelle”.

Cinzia, una di ServiceTech.